Word of Mouth Marketing + fashion industry

Immagine 28.png

i miei vestiti raccontano segreti

Edoc Laundry, azienda di Seattle produttrice di urban-style streetwear, ha lanciato una campagna veramente innovativa che fa uso di un ARG, alternate reality game, in cui le persone cercano nel mondo reale indizi per risolvere enigmi che si propagano on-line.
Generalmente gli ARG, costituiscono veicoli promozionali per altri prodotti come videogiochi e films. Altri esempi di ARG utilizzati a scopo professionale sono, nel 2004, “i love Bees” per il videogioco Halo della Xbox e nel 2005 “last call poker” per il videogioco Gun dell’Activision.

La linea di abbigliamento Edoc Laundry integra l’ARG in magliette, cappelli e accessori. Questi ultimi infatti nascondono parole e simboli che una volta scoperti devono essere utilizzati dagli utenti/giocatori per “sbloccare” on-line i complessi elementi di una storia creata ad hoc.
La storia presente su questo sito, riguarda la misteriosa morte del manager di una band fittizia chiamata Poor Richard.

Le istruzioni per il gioco sono contenute sulle etichette dei capi, e mentre Edoc spera che i clienti acquisteranno più capi, è realistico pensare che molte persone, sperando di risolvere il gioco, si recheranno on-line soltanto per trovare le immagini caricate sul sito da chi ha già acquistato magliette e cappellini.

Ma questo non sembra preoccupare la Edoc, infatti secondo Small, il proprietario,:

“My whole thing is, if they’re talking about (our line) for the next 30 minutes, I have done more for one T-shirt than I’ve ever done in my whole life, e ancora: “The best you’re usually going to get is, ‘Hey, I like your T-shirt.'”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: