personal branding

the_brand_called_you1.jpg
wikipedia: personal branding è il processo attraverso il quale le persone si posizionano sul mercato alla stregua di veri e propri brand nel contesto della loro carriera, professione o vita personale.
da notare che, mentre le precedenti tecniche di self-management si concentravano sul miglioramento personale, il concetto di personal branding suggerisce invece che il successo deriva dalla piena consapevolezza delle proprie competenze, conoscenze, talenti e abilità e da come queste vengono immesse sul mercato alla stregua di un brand. e se un brand è una specifica entità che promette un valore specifico ecco che il personal branding mira a “marchiare” gli individui in base al valore che offrono in un determinato contesto (sociale, professionale, pubblico…). il termine è stato per la prima volta coniato da Tom Peters nel 1997.
il concetto “personal branding” consiste di 4 elementi:
_ personalità
_ competenze
_ differenziazione
_ aspetto
Questi elementi si intrecciano in un precisa e coerente “personal brand campaign” (non c’è traduzione per questo concetto…) che si manifesta su più media e nei confronti di audience diverse. Il personal Branding si manifesta anche on-line (direi … soprattutto), dove gli individui traspongono le loro identità fisiche in identità virtuali attraverso siti web, blog, social network, visibilità sui motori di ricerca…e altri media digitali.

In questo senso essere on-line diventa una personale forma di comunicazione e uno strumento di marketing collaterale facilmente accessibile da tutti.
Iteressante no? cosa è cambiato dal 1997 ad oggi? Come questo concetto influenza la nostra vita professionale e personale? … soprattutto se siamo titolari di un blog? come questo influisce sulle strategie che creiamo per i nostri clienti? 

per chi fosse interessato ad approfondire: personalbrandingwiki + personalbrandingblog

4 Responses to “personal branding”

  1. Enrico Bianchessi Says:

    Due osservazioni al volo. Non c’è dubbio che il fatto di avere un blog a tema professionale ha aperto nuovi contatti, ha avviato un ininterrotto processo di scambio e confronto di conoscenze, esperienze e pareri, ha sicuramente offerto una nuova visibilità personale e professionale e in questo senso il blog è forse oggi lo strumento di personal branding più potente. Un amico che su mia istigazione ha aperto un blog su temi professionali, molto specialistici, ne ha tratto indiscutibili vantaggi professionali e ha potuto attivare una serie di nuovi contatti che hanno contribuito a permettergli di cambiare occupazione e utlizzare le sue competenze in modo moloto più appagante.

  2. gluca Says:

    sono convinto che il personal branding 2.0 sia profondamente piu’ democratico e meritocratico. poi non è esente da altre miserie comuni al personal branding 1.0🙂

  3. to have and to have not ( a vision ) « Gergio Says:

    […] Da Wikipedia, vedi anche fluido […]

  4. donnagio Says:

    Io molto spesso quando ho fatto vari colloqui ho sempre immaginato che le persone andassero su internet a vedere la mia presenza. Di certo la mia personal branding non sarà super professional ma è la mia. Un blog più di mille colloqui…. Pazzo il mio capo che alla fine mi ha preso a lavorar con lui🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: