CGM: un caso di successo

Immagine 13.png

Vi segnalo questa campagna della Converse in cui si fa massiccio uso di Consumer Generated Media.
Perchè è un caso di successo?
Perchè gioca sull’amore dei consumatori per il prodotto, sulla nostalgia, sul concetto di "sub-cultura", sul “pride of ownership”.

Le campagne che fanno uso di GCM devono essere fondate su valori che siano in grado di instaurare una relazione emotiva con i consumatori.

One Response to “CGM: un caso di successo”

  1. Gianluca Arnesano Says:

    Bravo Fluido, avevo in mente di scrivere un post su questa operazione, ma poi le cose in draft sono aumentate🙂.
    Aggiungo qualche considerazione su questa operazione ben riuscita:
    Il cgm funziona bene sulle generazioni giovani, desiderose di interpretare e personalizzare.
    Alla generazione Y non è permesso uscire dagli schemi della vita reale … quindi non appena si da loro una occasione per esprimere se stessi … il successo è garantito.
    I numeri parlano di un aumento delle vendite del 12% in quello stesso quarter, con un aumento delle visite al sito vertiginoso.
    Il tutto naturalmente ha dato lustro alla società di Sausalito che ha creato l’iniziativa – Butler Shine Stern and Partners -.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: